Franco Pasquale

Lecce 1852 – Napoli 1917  

Pasquale Franco nacque a Lecce il 23 maggio 1852 da Gregorio Franco e da Maria Giuseppina dei Perrone (della famiglia che secondo la tradizione discenderebbe da S. Oronzo, Patrono di Lecce).

Si laureň giovanissimo in Scienze Naturali presso la Regia Universitŕ di Napoli, durante il rettorato di un altro salentino, Salvatore Trinchese.

Si laureň anche in Medicina e Chirurgia, perfezionando inoltre gli studi di Botanica, Vulcanologia, Geologia, Petrologia, Mineralogia e Cristallografia. Parlava correntemente varie lingue oltre al Latino, rendendosi famoso per le sue conferenze di soggetto scientifico,  in cui faceva spesso riferimento ai classici greci e latini che conosceva profondamente.

Completati gli studi naturalistici, rimase a Napoli dedicandosi all’insegnamento universitario e ricoprendo anche il ruolo di responsabile degli studi e del controllo sul Vesuvio.

Autore di numerose pubblicazioni, ricevette varie onorificenze italiane e straniere, tra le quali quella di Accademico Pontaniano.

La morte lo colse improvvisamente sui suoi libri il 30 gennaio 1917.

 

 

Opere:

Hanno scritto di lui: